Il Natale è la festività religiosa che ricorda la nascita di Cristo. Un tempo lo spirito del Natale si diffondeva tra le persone di tutte le età e ceti sociali: in questo periodo si mettevano da parte liti ed incomprensioni e ci si riuniva con tutta la famiglia, per stare insieme e mangiare cibi che non ci si poteva permettere tutti gli altri giorni dell’anno.

Nel corso degli ultimi decenni il Natale ha subito delle trasformazioni, sino a diventare sempre di più una ricorrenza laica, piuttosto che religiosa. Il Natale si è pian piano trasformato in una festa consumistica:il periodo natalizio è atteso sia dai grandi, che spesso possono usufruire di giorni di ferie, che dai bambini, entusiasmati dall’idea di non dover andare a scuola per due settimane.
I cenoni ed i pranzi sono esageratamente ricchi di portate e di calorie per persone abituate a mangiare tutto e abbondantemente ogni giorno; persino lo scambio dei doni è divenuto sempre più diffuso e dispendioso, pressoché un “obbligo” imposto dalla società e dalla pubblicità a cui quasi nessuno si sottrae più.

questo spettacolo è frutto del laboratorio teatrale della Parocchia, del coro e delle classi di catechismo, che hanno come obiettivo la promozione della solidarietà, della socializazzione interculturale e del recupero di alcuni valori persi come il rispetto, il perdono…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *